Il sito dell'associazione

Carissimi famiglie solidali, soci e amici,
l’anno nuovo che è venuto ha portato un regalo che ci aiuterà a condividere meglio il nostro percorso iniziato in modo più intenso otto anni fa, nell’ottobre 2005. Parliamo del sito internet dell’Associazione di promozione sociale Famiglie Solidali, nata qui a Mottola riunendo i sogni di alcune famiglie desiderose di aprirsi al mondo dell’accoglienza di minori, come naturale sviluppo della fecondità coniugale.

L’‹‹essere casa›› è divenuto via via il segno profondo di uno stile di vita semplice e sobrio capace di aprire le porte della propria casa e della propria famiglia a bambini e ragazzi in difficoltà. In seguito, l’associazione si è sviluppata sul territorio nazionale grazie ai campi estivi organizzati con la rete degli amici missionari, dove abbiamo visto il segno dello Spirito Santo che ci chiamava a lavorare sulla cultura dell’accoglienza, anche attraverso l’aiuto di altre associazioni del territorio tarantino, oltre che parrocchie e gruppi scout zonali. La rete di famiglie si è, così, allargata da rinforzare in noi la certezza che ciò che stava nascendo è volontà di Dio. Ne è conferma la solidarietà reciproca tra le famiglie, il servizio ai più deboli nel proprio ambito di vita quotidiana, uno stile di vita responsabile e desideroso di relazioni vere e costruttive; la riscoperta della propria terra come luogo dove impegnarsi a far emergere le potenzialità insite in essa, da cui la collaborazione nata tra alcune aziende agricole della murgia tarantina per la Campagna di raccolta fondi “Olio Solidale”; lo scambio culturale tra nord e sud d’Italia, purificato dai pregiudizi attraverso un turismo “sociale” nella nostra terra di Puglia, incontrando e camminando con la gente che la abita con le proprie speranze.

Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza la forza che ci unisce come famiglie: l’ascolto della Parola di Dio e la preghiera! Le occasioni di difficoltà e di sofferenza per ognuno dei membri delle nostre famiglie non sono mancate: dopo aver condiviso nella fiducia, ci siamo uniti nella preghiera e abbandono fiducioso in Dio, anche a distanza di 1000 km, contemplando tanti miracoli.

Un grazie enorme va a Mons. Pietro Maria Fragnelli, oggi vescovo di Trapani, dal 2003 al settembre scorso vescovo di Castellaneta, nostro padre missionario nella fede, maestro di fiducia in Dio.

In questo nuovo anno vogliamo fare nostra la preghiera di affidamento a Maria di Papa Francesco (23 maggio 2013):

‹‹Madre del silenzio, che custodisce il mistero di Dio,
liberaci dall’idolatria del presente,
a cui si condanna chi dimentica.
Purifica i nostri occhi con il collirio della memoria:
torneremo alla freschezza delle origini,
per una Chiesa orante e penitente.
Madre della bellezza,
che fiorisce dalla fedeltà al lavoro quotidiano,
destaci dal torpore della pigrizia,
della meschinità e del disfattismo.
Ridestaci di quella compassione che unifica e integra:
scopriremo la gioia di una Chiesa serva, umile e fraterna.
Madre della tenerezza,
che avvolge di pazienza e di misericordia,
aiutaci a bruciare tristezze, impazienze e rigidità
di chi non conosce appartenenza.
Intercedi presso tuo Figlio
perché siano agili le nostre mani,
i nostri piedi e i nostri cuori:
edificheremo la Chiesa con la verità nella carità.
Così, o Madre, saremo il Popolo di Dio, pellegrinante verso il Regno.
Amen››

Vi auguriamo un buon 2014!!!!!
Un abbraccio fraterno,

Mottola, 31 dicembre 2013 - Filippo e Maria